Istituto di neurologia clinica

Stessa cosa con le principali istituzioni di una ricerca scientifica in Polonia sta guardando proprio nella Capitale, fondato nel 1951 a causa di gruppi di psichiatri e neuroscienziati, l'ultimo dei grandi George NEUROPHYSIOLOGYMinimum Konorski, Istituto di Psichiatria e Neurologia. L'importanza dell'Istituto è confermata dal fatto che nel 1992 collabora nel campo della ricerca scientifica e della formazione con l'Organizzazione mondiale della sanità. La missione del centro è le proprie domande entro psichiatria e neurologia, coordinandoli nella forza del paese, che fornisce consulenza alle autorità statali all'interno di queste cose (il rapporto circa l'abuso di droga, una relazione su HIV e AIDS, il lavoro sul programma di una consapevolezza di alcol e delle attività di diagnostica e medica (ricovero e cura in regime ambulatoriale. La struttura gestisce anche attività editoriali (due riviste internazionali, insegnamento e formazione di dottorato. L'Istituto formata ventitré cliniche (compresi Neurosis Clinica, Dipartimento di Riabilitazione Clinica, Dipartimento di bambini e Adolescenza Psichiatria, Dipartimento di Neurologia e di istituti di ricerca (ad es. Dipartimento di Sanità Pubblica, Dipartimento delle Dipendenze di prevenzione e di aiutare. Gli specialisti znanylekarz.pl OK dell'istituto stanno guadagnando opinioni felici ed infernali. I pazienti elogiano l'approccio dello specialista al paziente, la sua professionalità, la velocità della diagnosi e del trattamento. Sfortunatamente, l'Istituto di Psichiatria e Neurologia sta lottando con grandi problemi. Nel 2014, secondo il direttore dell'istituto, il debito ha superato i cinquantasei milioni di zloty, e un edificio richiede una profonda revisione, per la quale mancano i fondi. Un piccolo numero di bagni, tetto che perde, perde finestre, pareti ammuffite, personale ridotto, l'impossibilità di isolare le cattive condizioni più difficili e confortevoli piatti curati è solo una parte dell 'Istituto di guai. La questione dei medicinali per le riparazioni presso le cliniche rimane una questione delicata e, secondo il portavoce del Ministero della salute, vuole dalla "ricchezza del portafoglio dipartimentale". È probabile che nel breve futuro sarà possibile acquistare materiali per la ristrutturazione e l'Istituto sarà in grado di sviluppare il suo lavoro di trattamento dall'alba alla schiena.