Cariche elettriche di elementi

Il compito della messa a terra elettrostatica conta minimizzare il rischio di esplosione di sostanze combustibili, sull'effetto della dislocazione elettrostatica delle scintille. È più spesso utilizzato nel trasporto e nella lavorazione di gas infiammabili, polveri e liquidi.

La messa a terra elettrostatica può contenere una forma diversa. I modelli più leggeri e leggermente complicati possono essere realizzati dal morsetto di messa a terra anche dal cavo. Più sviluppati e tecnologicamente avanzati sono equipaggiati in modo da proteggere le condizioni di messa a terra, grazie alle quali è consentito erogare o trasportare il prodotto, quando la messa a terra è stata opportunamente collegata.

Le basi elettrostatiche vengono spesso introdotte durante il carico o lo scarico di autobotti, serbatoi, barili, big-bag o elementi di installazioni di processo.

Nel successo del riempimento o svuotamento di serbatoi con nuovi contenuti (ad es. Serbatoi con polveri, granuli, liquidi, si possono creare cariche elettrostatiche pericolose. La fonte della loro formazione può anche essere la miscelazione, il pompaggio o la spruzzatura di sostanze infiammabili. Le cariche elettriche vengono create per contatto o trasferimento di singole particelle. La quantità di carica elettrica dipenderà dalle proprietà elettrostatiche delle superfici che sono in contatto l'una con l'altra. Nel profitto naturale e nel contatto rapido con la messa a terra o l'oggetto non caricato, può essere generato un breve impulso di corrente, che sarà importante in caso di scintilla.La mancanza di attenzione sulla scarica della scintilla può innescare la miscela di alcoli e aria, il che significa un'esplosione o un'esplosione pericolosa. La messa a terra elettrostatica elimina il pericolo di esplosione a causa della scarica controllata delle cariche elettrostatiche.